CALENDA MAYA

Si tratta di una “Estampida” cioè una danza medievale dal ritmo molto marcato. E’ una delle più famose canzoni dei trovatori occitani ed è un invito a godere della bellezza della primavera (il titolo letteralmente significa Calende di maggio). Il Marchese Bonifacio del Monferrato chiede a Rambaut de Vaqueiras (il trovatore che l’ha composta) dì  scrivere una canzone che rendesse onore alla bellezza della propria sorella. La leggenda dice che egli si innamorò perdutamente di questa donna, e compose la canzone, dopo averla vista nuda attraverso il buco della serratura. Si tratta comunque di un'omaggio alla primavera, stagione nella quale tutto riprende vita e rifiorisce, anche la bellezza delle fanciulle.

Si tratta di una “Estampida” cioè una danza medievale dal ritmo molto marcato. E’ una delle più famose canzoni dei trovatori occitani ed è un invito a godere della bellezza della primavera (il titolo letteralmente significa Calende di maggio). Il Marchese Bonifacio del Monferrato chiede a Rambaut de Vaqueiras (il trovatore che l’ha composta) dì scrivere una canzone che rendesse onore alla bellezza della propria sorella. La leggenda dice che egli si innamorò perdutamente di questa donna, e compose la canzone, dopo averla vista nuda attraverso il buco della serratura. Si tratta comunque di un’omaggio alla primavera, stagione nella quale tutto riprende vita e rifiorisce, anche la bellezza delle fanciulle.